Spread the love

In materia di sicurezza alimentare e di gestione della tracciabilità assumono particolare importanza i documenti di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli. 

A monte, è l’art. 147 del Reg. Ue 1308/2013 a stabilire che i prodotti del settore vitivinicolo sono messi in circolazione nell’Unione scortati da un documento di accompagnamento ufficialmente riconosciuto.

Successivamente, il Reg. Ue 273/2018 ha fornito la definizione e gli esoneri in materia di documenti di accompagnamento. 

Il modello MVV (Movimenti dei prodotti Vitivinicoli) è, dunque, un documento obbligatorio che ogni produttore deve allegare nella fase di trasporto del vino.

In ambito nazionale, verso una digitalizzazione e semplificazione dei processi ed in applicazione dell’articolo 16 del Decreto Ministeriale 2 luglio 2013, il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha emanato le disposizioni per l’emissione del documento elettronico MVV-E per il trasporto dei prodotti vitivinicoli. 

Dal 1 gennaio 2021, infatti, il documento di accompagnamento dei prodotti vitivinicoli  è emesso esclusivamente in modalità telematica. 

Vi sono, tuttavia, delle eccezioni

E’ consentito utilizzare i documenti cartacei, emessi nei casi e nei modi disciplinati dai capi I e II del DM 2 luglio 2013, esclusivamente per i trasporti di prodotti vitivinicoli che si svolgono interamente sul territorio nazionale.

Ma quali sono le caratteristiche dell’MVV-E

Si tratta di un documento in formato elettronico, debitamente validato, emesso dallo speditore utilizzando esclusivamente l’apposita funzionalità presente nel SIAN (Sistema informativo agricolo nazionale). Quindi, ai fini dell’emissione dell’MVV-E lo speditore è iscritto al SIAN ed è dotato di un codice ICQRF. 

Non sono previsti dei tempi per l’emissione e la validazione del documento MVV-E, ma è obbligatoria l’indicazione della data e dell’ora di partenza, quest’ultima deve avvenire entro un’ora da quella indicata sul documento validato.

Dopo la validazione i dati inseriti sul documento MVV-E non possono essere più modificati.

L’MVV-E costituisce anche certificazione della origine o della provenienza, della qualità e delle caratteristiche del prodotto vitivinicolo, dell’annata o delle varietà di uve da cui è ottenuto e, se del caso, della DOP o dell’IGP.

La corretta compilazione del documento di accompagnamento offre, sicuramente, adeguate garanzie di tracciabilità al destinatario del prodotto vitivinicolo. 

Per qualsiasi dubbio, richiesta o curiosità non esitate a contattarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *